La Calabria

Calabria
Calabria

La Calabria, terra antica e selvaggia, offre al visitatore paesaggi di struggente bellezza e vestigia storiche assai diversificate. Nel corso dei secoli molte culture si sono alternate su questo territorio e molti sono stati i popoli colonizzatori o invasori attratti dal clima mite, dalla posizione strategica al centro del Mediterraneo, dai boschi folti e dai numerosi porti naturali. Greci, romani, visigoti, bizantini, normanni, spagnoli, francesi e borboni hanno dominato la Calabria senza essere capaci, però, di vincere le difficoltà naturali di questa rude terra e limitandosi allo sfruttamento superficiale delle poche risorse economiche spontaneamente offerte da un suolo quasi completamente montagnoso, soggetto a terremoti e per vasti tratti povero di acqua. Grande importanza riveste il notevole sviluppo costiero che ha creato il presupposto per la nascita dell’industria turistica. La Calabria offre al turista un mare tra i pochi ancora incontaminati, cibi naturali e genuini, strutture alberghiere e ricreative moderne ed efficienti. I calabresi, consapevoli dell’importanza del turismo per lo sviluppo della regione, hanno modo così di manifestare il loro antico senso dell’ospitalità, fatto di cortesia, affidabilità, ma anche di dignitoso riserbo e di amore per la tranquillità. Limitare la conoscenza della Calabria agli aspetti tipici del turismo moderno (sole, mare, sport nautici, ecc.) significa però trascurare una parte considerevole dell’interesse che questa regione comporta nel panorama della cultura e delle tradizioni mediterranee a partire dall’antichità classica. La Calabria si offre così al turista con la sua splendida natura, facile da amare, ma riserva al visitatore più attento e meno superficiale sensazioni e ricordi destinati ad arricchire per sempre il suo spirito e la sua cultura.